VIOLENZA SULLE DONNE, APRE UN SERVIZIO DI ORIENTAMENTO E ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO - Unione Rubicone e Mare

Notizie - Unione Rubicone e Mare

VIOLENZA SULLE DONNE, APRE UN SERVIZIO DI ORIENTAMENTO E ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO

 
VIOLENZA SULLE DONNE, APRE UN SERVIZIO DI ORIENTAMENTO E ACCOMPAGNAMENTO AL LAVORO

COMUNICATO STAMPA

VIOLENZA SULLE DONNE, ALLO SPORTELLO DI ASCOLTO ALBA ANCHE UN SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO E ORIENTAMENTO AL LAVORO

Operativo da venerdì 7 febbraio, offrirà percorsi personalizzati per affrancare le donne dalla dipendenza economica. In aumento gli accessi alla sede di Villa Perticari aperta nel maggio 2019: 16 i contatti, 10 i percorsi di protezione avviati

 

SAVIGNANO SUL RUBICONE, 5 gennaio 2020 – Hanno portato a frutti concreti le azioni messe in campo dalla seconda edizione del progetto Insieme contro la violenza II – Verso una cultura della parità di genere. Il progetto, dell’Unione dei Comuni Rubicone e Mare con il coordinamento del Centro Famiglie Asp del Rubicone e finanziato dalla Regione Emilia -Romagna, ha coinvolto da settembre a dicembre 2019 tutti i 9 comuni dell’Unione con un programma articolato di iniziative: da quelle di sensibilizzazione a quelle di formazione. La chiamata civica, che ha coinvolto operatori dei servizi ma anche cittadine e cittadini comuni, ha infatti permesso di far compiere passi in avanti al servizio distrettuale dello Sportello di Ascolto Antiviolenza Alba, aperto nel maggio 2019 a Villa Perticari grazie alla collaborazione con i centri antiviolenza Rompi il silenzio di Rimini e Sos Donna di Faenza.

 Lo Sportello è aperto tutti i martedì dalle 10.30 alle 14.30; il servizio è gratuito e nel rispetto dell’anonimato. Recapito telefonico Sportello Alba: 379 1067540

I DATI

Dalla sua apertura al dicembre 2019, il centro gestito da otto volontarie, tra cui tre avvocate, è stato contattato da 16 donne. Dieci di loro, dopo essersi confrontate con le operatrici, hanno deciso di avviare un percorso di sostegno. Tutte le richieste avanzate da chi si è rivolto allo Sportello sono riconducibili prioritariamente al desiderio di essere ascoltate e poter raccontare la propria situazione. In tre casi si è richiesta anche una consulenza legale ed in un caso solo una consulenza psicologica.L’apertura dello Sportello di Ascolto Antiviolenza Alba ha ampliato la rete dei servizi e dei punti di accesso legati alle problematiche della violenza di genere presenti sul territorio dell’Unione. Tra questi, il consultorio familiare ha fatto registrare un aumento degli accessi (17 donne dal primo gennaio a fine 2019 contro le 11 del 2018), ma è diminuito il numero di coloro che sono state inserite in un programma di protezione (7 contro le 17 del 2018).I dati in generale evidenziano dunque un aumento dei contatti con la rete dei servizi e dei punti di accesso, dato originato anche da una maggior conoscenza delle opportunità presenti e da una maggiore consapevolezza delle donne stesse. Segno che le azioni di prevenzione stanno raggiungendo il loro obiettivo

.DAL 7 FEBBRAIO ANCHE UNO SPORTELLO LAVORO Per rispondere in maniera ancora più puntuale alle esigenze di chi si trova ad affrontare la difficile ricostruzione del proprio percorso di vita, spesso nella necessità di affrancarsi da una situazione di dipendenza economica, da venerdì 7 febbraio sarà operativo, presso lo Sportello Alba, uno Sportello di Accompagnamento e Orientamento al Lavoro rivolto a donne che subiscono o hanno subito violenza, aperto al pubblico tutti i venerdì mattina dalle ore 9.00 alle ore 12.00. Lo Sportello fornirà un percorso personalizzato di azioni di supporto all’inserimento lavorativo: redazione curriculum, valutazione delle competenze, verifica delle opportunità di lavoro; oltre alle opportunità presenti su territorio e più idonee per la donna, quali formazione, tirocini, ecc. le donne, verranno aiutate ad individuare “la professione” che vogliono svolgere sulla base dei “saperi” e delle aspirazioni personali, sviluppando un maggior livello di consapevolezza del proprio ruolo all’interno di un contesto lavorativo, rendendole consapevoli delle problematiche alle quali vanno incontro e fornendo loro gli strumenti per riuscire a sostenere nel tempo l’impegno preso.Inoltre, nel corso dell’anno verranno realizzati due laboratori motivazionali di gruppo. L’obiettivo dei Laboratori è quello di sviluppare consapevolezza e sostegno in merito alle opportunità di lavoro possibili. I laboratori saranno gestiti da una psicologa formatrice esperta. Durante gli incontri verranno affrontati diversi temi come l’autovalutazione, la presentazione personale, il lavoro al femminile introducendo alcuni cenni sulle tappe principali dell’emancipazione femminile in ambito lavorativo

Pubblicato il 
Aggiornato il